NASCITA DI UNA FORMAZIONE PARTIGIANA

di Ermanno Olmi, Corrado Stajano
NASCITA DI UNA FORMAZIONE PARTIGIANA

Informazioni

Nazione: Italia

Anno: 1973

Durata: 62'

36° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Nello studio dell’avvocato Duccio Galimberti, dove si organizzò il primo nucleo politico di partigiani, Corrado Stajano introduce la ricostruzione di alcuni momenti degli inizi della Resistenza a Cuneo e dintorni, accompagnandoli con letture di brani di diari e memorie e interviste ad alcuni protagonisti dei fatti di allora.

Regia

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi (Bergamo, 1931 - Asiago, Vicenza, 2018), impiegato alla Edison, realizza diversi documentari sulle produzioni industriali. Nel 1959 gira il primo lungometraggio Il tempo si è fermato e nel 1963 I fidanzati, che conferma la sua attenzione al mondo della gente semplice e della vita quotidiana. Nel 1978 vince la Palma d’oro a Cannes con L’albero degli zoccoli. Costretto da una malattia a sospendere l’attività, fonda la scuola Ipotesi Cinema. Riprende poi a girare, vincendo nel 1988 il Leone d’oro con La leggenda del santo bevitore. Fra il 2001 e il 2002 si aggiudica il Globo d’oro della stampa estera e nove David di Donatello con Il mestiere delle armi. Nel 2008 gli viene conferito il Leone d’oro alla carriera. In occasione del centenario della prima guerra mondiale, nel 2014 dirige Torneranno i prati e nel 2017 Vedete, sono uno di voi, suo ultimo film.

Filmografia:
Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggiere (cm, 1954), Il tempo si è fermato (1959), I fidanzati (1963), I recuperanti (1969), La circostanza (1974), L’albero degli zoccoli (1978), La leggenda del santo bevitore (1988), Il segreto del bosco vecchio (1993), Il mestiere delle armi (2000), Cantando dietro i paraventi (2003), Centochiodi (2006), Terra madre (doc., 2009), Torneranno i prati (2014), Vedete, sono uno di voi (doc., 2017).

Cast and Credits

regia/director
Ermanno Olmi
soggetto, sceneggiatura/story, screenplay
Ermanno Olmi, Corrado Stajano
fotografia/cinematography
Elvidio Burattini
suono/sound
Gianni Nardini
produzione/production
Rai

**
contatti/contacts
Rai Teche
www.teche.rai.it

Dichiarazione regista

«Bisogna dire che per fare questi programmi culturali, nonostante la grande considerazione che la Rai aveva in quegli anni, il budget era molto ridotto. Partivamo, dunque, più sospinti da un sentimento di sincera convinzione, che non da una retribuzione adeguata. Per cui arrivavamo, nel caso specifico, a Cuneo e a Boves, telefonavamo agli amici locali per trovare persone che potessero interpretare le parti dei soldati sbandati, i mezzi, i camion. Insomma tutti davano davvero una mano, e questo perché era ancora presente il sentimento di quella tragedia e tutti sentivano che dovevano in qualche modo collaborare, perché in quel modo partecipavano essi stessi alla costruzione della memoria storica della loro realtà».

Sinossi Approfondisci

Nello studio dell’avvocato Duccio Galimberti, dove si organizzò il primo nucleo politico di partigiani, Corrado Stajano introduce la ricostruzione di alcuni momenti degli inizi della Resistenza a Cuneo e dintorni, accompagnandoli con letture di brani di diari e memorie e interviste ad alcuni protagonisti dei fatti di allora.

Regia Tutto sui registi del film

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi (Bergamo, 1931 - Asiago, Vicenza, 2018), impiegato alla Edison, realizza diversi documentari sulle produzioni industriali. Nel 1959 gira il primo lungometraggio Il tempo si è fermato e nel 1963 I fidanzati, che conferma la sua attenzione al mondo della gente semplice e della vita quotidiana. Nel 1978 vince la Palma d’oro a Cannes con L’albero degli zoccoli. Costretto da una malattia a sospendere l’attività, fonda la scuola Ipotesi Cinema. Riprende poi a girare, vincendo nel 1988 il Leone d’oro con La leggenda del santo bevitore. Fra il 2001 e il 2002 si aggiudica il Globo d’oro della stampa estera e nove David di Donatello con Il mestiere delle armi. Nel 2008 gli viene conferito il Leone d’oro alla carriera. In occasione del centenario della prima guerra mondiale, nel 2014 dirige Torneranno i prati e nel 2017 Vedete, sono uno di voi, suo ultimo film.

Filmografia:
Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggiere (cm, 1954), Il tempo si è fermato (1959), I fidanzati (1963), I recuperanti (1969), La circostanza (1974), L’albero degli zoccoli (1978), La leggenda del santo bevitore (1988), Il segreto del bosco vecchio (1993), Il mestiere delle armi (2000), Cantando dietro i paraventi (2003), Centochiodi (2006), Terra madre (doc., 2009), Torneranno i prati (2014), Vedete, sono uno di voi (doc., 2017).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia/director
Ermanno Olmi
soggetto, sceneggiatura/story, screenplay
Ermanno Olmi, Corrado Stajano
fotografia/cinematography
Elvidio Burattini
suono/sound
Gianni Nardini
produzione/production
Rai

**
contatti/contacts
Rai Teche
www.teche.rai.it

Dichiarazione regista Approfondisci

«Bisogna dire che per fare questi programmi culturali, nonostante la grande considerazione che la Rai aveva in quegli anni, il budget era molto ridotto. Partivamo, dunque, più sospinti da un sentimento di sincera convinzione, che non da una retribuzione adeguata. Per cui arrivavamo, nel caso specifico, a Cuneo e a Boves, telefonavamo agli amici locali per trovare persone che potessero interpretare le parti dei soldati sbandati, i mezzi, i camion. Insomma tutti davano davvero una mano, e questo perché era ancora presente il sentimento di quella tragedia e tutti sentivano che dovevano in qualche modo collaborare, perché in quel modo partecipavano essi stessi alla costruzione della memoria storica della loro realtà».