LA COTTA

di Ermanno Olmi
LA COTTA

Informazioni

Nazione: Italia

Anno: 1967

Durata: 49'

36° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Episodio tratto dal programma televisivo Giovani, racconta le prime esperienze amorose di Andrea, quindicenne intelligente ma non troppo impegnato negli studi, alle prese con una cotta per Janine. Il giovane si illude che il suo sia il vero ed eterno amore ma, al primo contrattempo, è già pronto a innamorarsi di un’altra ragazza, questa volta però molto più matura di lui. Costei, onestamente, cerca di fargli capire che il vero amore non lo si riconosce in una cotta, ma lo si deve costruire lentamente, soffrendo. Andrea non l’ascolta, convinto di essersi innamorato definitivamente.

Regia

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi (Bergamo, 1931 - Asiago, Vicenza, 2018), impiegato alla Edison, realizza diversi documentari sulle produzioni industriali. Nel 1959 gira il primo lungometraggio Il tempo si è fermato e nel 1963 I fidanzati, che conferma la sua attenzione al mondo della gente semplice e della vita quotidiana. Nel 1978 vince la Palma d’oro a Cannes con L’albero degli zoccoli. Costretto da una malattia a sospendere l’attività, fonda la scuola Ipotesi Cinema. Riprende poi a girare, vincendo nel 1988 il Leone d’oro con La leggenda del santo bevitore. Fra il 2001 e il 2002 si aggiudica il Globo d’oro della stampa estera e nove David di Donatello con Il mestiere delle armi. Nel 2008 gli viene conferito il Leone d’oro alla carriera. In occasione del centenario della prima guerra mondiale, nel 2014 dirige Torneranno i prati e nel 2017 Vedete, sono uno di voi, suo ultimo film.

Filmografia:
Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggiere (cm, 1954), Il tempo si è fermato (1959), I fidanzati (1963), I recuperanti (1969), La circostanza (1974), L’albero degli zoccoli (1978), La leggenda del santo bevitore (1988), Il segreto del bosco vecchio (1993), Il mestiere delle armi (2000), Cantando dietro i paraventi (2003), Centochiodi (2006), Terra madre (doc., 2009), Torneranno i prati (2014), Vedete, sono uno di voi (doc., 2017).

Cast and Credits

regia, soggetto, sceneggiatura/director, story, screenplay
Ermanno Olmi
fotografia/cinematography
Idelmo Simonelli
montaggio/film editing
Carla Colombo
musica/music
Elvio Favilla
interpreti e personaggi/cast and characters
Luciano Piergiovanni (Andrea), Renata Carniglia (Janine), Giovanna Claudia Mongino
produttore/producer
Vincenzo Labella
produzione/production
Solproduzioni per Rai

**
contatti/contacts
Rai Teche
www.teche.rai.it

Dichiarazione regista

«Con le storie dei giovani raccontavo storie d’amore in un momento in cui i giovani, secondo falsi schemi culturali del momento, venivano dichiarati tutti protesi verso la politica [...]. Il dovere di noi autori è quello di segnalare alla società tutti i fiumi che scorrono sotterranei […]. Le più belle storie d’amore, per intensità e qualità del gesto, sono quelle dei pudori dei quindici anni, quando un battito d’occhi [...] era una luce cosmica di sentimenti».

Sinossi Approfondisci

Episodio tratto dal programma televisivo Giovani, racconta le prime esperienze amorose di Andrea, quindicenne intelligente ma non troppo impegnato negli studi, alle prese con una cotta per Janine. Il giovane si illude che il suo sia il vero ed eterno amore ma, al primo contrattempo, è già pronto a innamorarsi di un’altra ragazza, questa volta però molto più matura di lui. Costei, onestamente, cerca di fargli capire che il vero amore non lo si riconosce in una cotta, ma lo si deve costruire lentamente, soffrendo. Andrea non l’ascolta, convinto di essersi innamorato definitivamente.

Regia Tutto sui registi del film

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi (Bergamo, 1931 - Asiago, Vicenza, 2018), impiegato alla Edison, realizza diversi documentari sulle produzioni industriali. Nel 1959 gira il primo lungometraggio Il tempo si è fermato e nel 1963 I fidanzati, che conferma la sua attenzione al mondo della gente semplice e della vita quotidiana. Nel 1978 vince la Palma d’oro a Cannes con L’albero degli zoccoli. Costretto da una malattia a sospendere l’attività, fonda la scuola Ipotesi Cinema. Riprende poi a girare, vincendo nel 1988 il Leone d’oro con La leggenda del santo bevitore. Fra il 2001 e il 2002 si aggiudica il Globo d’oro della stampa estera e nove David di Donatello con Il mestiere delle armi. Nel 2008 gli viene conferito il Leone d’oro alla carriera. In occasione del centenario della prima guerra mondiale, nel 2014 dirige Torneranno i prati e nel 2017 Vedete, sono uno di voi, suo ultimo film.

Filmografia:
Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggiere (cm, 1954), Il tempo si è fermato (1959), I fidanzati (1963), I recuperanti (1969), La circostanza (1974), L’albero degli zoccoli (1978), La leggenda del santo bevitore (1988), Il segreto del bosco vecchio (1993), Il mestiere delle armi (2000), Cantando dietro i paraventi (2003), Centochiodi (2006), Terra madre (doc., 2009), Torneranno i prati (2014), Vedete, sono uno di voi (doc., 2017).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia, soggetto, sceneggiatura/director, story, screenplay
Ermanno Olmi
fotografia/cinematography
Idelmo Simonelli
montaggio/film editing
Carla Colombo
musica/music
Elvio Favilla
interpreti e personaggi/cast and characters
Luciano Piergiovanni (Andrea), Renata Carniglia (Janine), Giovanna Claudia Mongino
produttore/producer
Vincenzo Labella
produzione/production
Solproduzioni per Rai

**
contatti/contacts
Rai Teche
www.teche.rai.it

Dichiarazione regista Approfondisci

«Con le storie dei giovani raccontavo storie d’amore in un momento in cui i giovani, secondo falsi schemi culturali del momento, venivano dichiarati tutti protesi verso la politica [...]. Il dovere di noi autori è quello di segnalare alla società tutti i fiumi che scorrono sotterranei […]. Le più belle storie d’amore, per intensità e qualità del gesto, sono quelle dei pudori dei quindici anni, quando un battito d’occhi [...] era una luce cosmica di sentimenti».