CHUVA É CANTORIA NA ALDEIA DOS MORTOS

di Renée Nader Messora
THE DEAD AND THE OTHERS

Informazioni

Nazione: Brasile, Portogallo

Anno: 2018

Durata: 114'

36° TORINO FILM FESTIVAL

Sezione:

Sinossi

Questa sera nella foresta attorno al villaggio regna la calma, non ci sono spiriti o serpenti. Ihjãc, giovane indigeno Krahô del Nord del Brasile, ha incubi ricorrenti da quando suo padre è morto. Circospetto e sudato, cammina nell’oscurità. Un canto lontano filtra attraverso le palme. Da una cascata, la voce del padre lo chiama: è ora di allestire la cerimonia funebre, affinché il suo spirito si diriga verso il paese dei morti e il lutto abbia fine. Venendo meno al proprio dovere e rifiutandosi di diventare uno sciamano, Ihjãc fugge in città. Lontano dalla sua gente e dalla sua cultura, capisce cosa significa essere un indigeno nel Brasile di oggi.

Regia

João Salaviza

 João  Salaviza

João Salaviza (Lisbona, Portogallo, 1984) si è laureato presso la Escola Superior de Teatro e Cinema di Lisbona e la Universidad del cine di Buenos Aires. Nel 2015 ha presentato il suo primo lungometraggio Montanha alla Settimana internazionale della critica di Venezia, dopo aver realizzato i corti Arena (Palma d’oro a Cannes nel 2009), Rafa (Orso d’oro alla Berlinale nel 2012) e Cerro Negro (2012). Nei 2017 e nel 2018 è tornato alla Berlinale con i corti High Cities of Bone e Russa.

Filmografia:
Duas Pessoas (cm, 2004), Cães de caça (cm, 2008), Arena (cm, 2009), Hotel Müller (cm, 2010), Casa na Comporta (cm, 2011), Strokkur (doc., cm, 2011), Rafa (cm, 2012), Cerro Negro (cm, 2012), Montanha (2015), High Cities of Bone (doc., cm, 2017), Russa (cm, 2018). Chuva É Cantoria na Aldeia dos Mortos (The Dead and the Others, doc., 2018, co-regia Renée Nader Messora).

Cast and Credits

regia/directors
João Salaviza, Renée Nader Messora
fotografia/cinematography
Renée Nader Messora
montaggio/film editing
João Salaviza, Renée Nader Messora, Edgar Feldman
suono/sound
Pablo Lamar, Vitor Aratanha, Ariel Henrique
interpreti/cast
Henrique Ihjãc Krahô, Raene Kôtô Krahô, la gente del villaggio Pedra Branca, nella terra indigena dei Krahô/people from Pedra Branca village in Krahô Indigenous Land
produttore/producer
Isabella Nader
produzione/production
Entrefilmes, Karõ Filmes, Material Bruto

**
contatti/contacts
Luxbox
Valentin Carré
festivals@luxboxfilms.com
www.luxboxfilms.com

Dichiarazione regista

«Nei nove mesi di lavorazione abbiamo vissuto e filmato nel villaggio di Pedra Branca. È importante ricordare che ci muovevamo fra persone che conoscevamo bene, dopo tutti gli anni passati nel villaggio. Crediamo che questa intimità si veda e si possa sentire nelle immagini del film. […] Abbiamo girato per lunghi periodi a Pedra Branca e la nostra presenza non interferiva con il ritmo della vita, la camera non era più qualcosa di scioccante».

Sinossi Approfondisci

Questa sera nella foresta attorno al villaggio regna la calma, non ci sono spiriti o serpenti. Ihjãc, giovane indigeno Krahô del Nord del Brasile, ha incubi ricorrenti da quando suo padre è morto. Circospetto e sudato, cammina nell’oscurità. Un canto lontano filtra attraverso le palme. Da una cascata, la voce del padre lo chiama: è ora di allestire la cerimonia funebre, affinché il suo spirito si diriga verso il paese dei morti e il lutto abbia fine. Venendo meno al proprio dovere e rifiutandosi di diventare uno sciamano, Ihjãc fugge in città. Lontano dalla sua gente e dalla sua cultura, capisce cosa significa essere un indigeno nel Brasile di oggi.

Regia Tutto sui registi del film

João Salaviza

 João  Salaviza

João Salaviza (Lisbona, Portogallo, 1984) si è laureato presso la Escola Superior de Teatro e Cinema di Lisbona e la Universidad del cine di Buenos Aires. Nel 2015 ha presentato il suo primo lungometraggio Montanha alla Settimana internazionale della critica di Venezia, dopo aver realizzato i corti Arena (Palma d’oro a Cannes nel 2009), Rafa (Orso d’oro alla Berlinale nel 2012) e Cerro Negro (2012). Nei 2017 e nel 2018 è tornato alla Berlinale con i corti High Cities of Bone e Russa.

Filmografia:
Duas Pessoas (cm, 2004), Cães de caça (cm, 2008), Arena (cm, 2009), Hotel Müller (cm, 2010), Casa na Comporta (cm, 2011), Strokkur (doc., cm, 2011), Rafa (cm, 2012), Cerro Negro (cm, 2012), Montanha (2015), High Cities of Bone (doc., cm, 2017), Russa (cm, 2018). Chuva É Cantoria na Aldeia dos Mortos (The Dead and the Others, doc., 2018, co-regia Renée Nader Messora).

Cast and Credits Scopri il cast del film

regia/directors
João Salaviza, Renée Nader Messora
fotografia/cinematography
Renée Nader Messora
montaggio/film editing
João Salaviza, Renée Nader Messora, Edgar Feldman
suono/sound
Pablo Lamar, Vitor Aratanha, Ariel Henrique
interpreti/cast
Henrique Ihjãc Krahô, Raene Kôtô Krahô, la gente del villaggio Pedra Branca, nella terra indigena dei Krahô/people from Pedra Branca village in Krahô Indigenous Land
produttore/producer
Isabella Nader
produzione/production
Entrefilmes, Karõ Filmes, Material Bruto

**
contatti/contacts
Luxbox
Valentin Carré
festivals@luxboxfilms.com
www.luxboxfilms.com

Dichiarazione regista Approfondisci

«Nei nove mesi di lavorazione abbiamo vissuto e filmato nel villaggio di Pedra Branca. È importante ricordare che ci muovevamo fra persone che conoscevamo bene, dopo tutti gli anni passati nel villaggio. Crediamo che questa intimità si veda e si possa sentire nelle immagini del film. […] Abbiamo girato per lunghi periodi a Pedra Branca e la nostra presenza non interferiva con il ritmo della vita, la camera non era più qualcosa di scioccante».